Genitori

Squid Game, la serie TV al centro delle polemiche

in Pensare con gli occhi by
Parliamo di Squid Game: la serie TV coreana che sta scatenando forti polemiche tra i genitori e non solo.

Capita, con ricorrenze che a volte sono da un decennio all’altro, che una produzione seriale per l’industria culturale di massa scateni furiose dispute etiche e pedagogiche. Anni fa furono gruppi di genitori che si scagliarono contro i (presunti) rischi di Goldrake, suggerendo a Gianni Rodari un memorabile articolo a difesa degli anime giapponesi. Quest’anno il pericolo sembra venire ancora da oriente, nei nove episodi della serie di produzione sudcoreana Squid Game. È quindi forse il caso di provare a fare un po’ di chiarezza.

Punto primo, o delle responsabilità degli educatori.

Squid Game è disponibile alla visione sulla piattaforma Netflix, con l’avvertimento di essere prodotto destinato ai maggiori di quattordici anni.

Ora, per vederlo, è necessario superare almeno tre livelli di difficoltà. E’ necessario cioè avere una connessione Internet (disponibile in casa o su tablet o smartphone in forma di dati per la Sim); è necessario avere un abbonamento a Netflix (che è piattaforma a pagamento e non gratuita); sarebbe necessario aver già compiuto il quattordicesimo anno di età. Se non si fosse sicuri che quest’ultimo requisito sia rispettato, è facoltà dei genitori di inserire una protezione aggiuntiva, sotto forma di un PIN a quattro cifre, scelto da loro e non conosciuto da figli e figlie.

Chi si lamenta del fatto che i propri bambini e le proprie bambine guardano un prodotto seriale non adatto a loro ha quindi la precedente responsabilità di non aver posto sufficiente attenzione alla salvaguardia dei livelli di accesso descritti.

Punto secondo, o delle conoscenze linguistiche degli educatori.

Come molto del cinema asiatico contemporaneo, Squid Game ha livelli di scrittura, di direzione della fotografia, di regìa altissimi. Purtroppo, come spesso accade, non simile al livello di preparazione di molti che lo criticano, lanciando allarmi di tipo etico e pedagogico e chiedendone anche, come anche stavolta hanno fatto alcune associazioni, l’oscuramento totale.

Punto terzo, o della coerenza pedagogica.

Ripetiamolo ancora una volta: Squid Game è “vietato ai minori di 14 anni”. NON è una serie per bambini e bambine.

Ribadito questo, coerenza pedagogica vorrebbe e che gli educatori (genitori, psicoterapeuti, insegnanti etc.) lo avessero visto prima di criticarne dei supposti effetti sociali e che gli stessi considerino nella discussione almeno due altri elementi, corollari di questo terzo punto:

1. Il fatto che la ripetizione ludica di scene viste al cinema o in televisione, anche per emulazione, è comportamento insito nel principio stesso della ricezione audiovisiva (nessuno di noi ha mai giocato a cowboy e indiani, terrestri e alieni, zorro e capitani spagnoli? Nessuno, davvero, ha mai ‘ucciso’ o è mai ‘morto’ giocando, naturalmente rinascendo un secondo dopo la fine del gioco?).

2. Il fatto che l’accusa fatta a Squid Game: “è diseducativo il messaggio che se perdi sei morto” (obiezione che personalmente potrei sottoscrivere del tutto) varrebbe se fosse applicata, con coerenza, a quasi tutto il senso comune che nella scuola e nella società si è diffuso almeno da trent’anni a questa parte. Cos’altro trasmette, a guardar bene, l’aver accettato che un brutto voto, un goal preso su un campetto di periferia, una esclusione da x-factor o simili siano indicatori di una sconfitta radicalmente esistenziale, quindi di una morte sociale?

Guardiamolo insieme, per favore, e discutiamone. È importante ed è un impegno che tutti e tutte dovremmo prenderci.

Il difficile rapporto Scuola-genitori

in Ora di Alternativa by
La riflessione di Valerio Camporesi, insegnante, sul rapporto tra la scuola e i genitori, scritta ben 3 anni fa, appare ancora molto attuale. 

Keep Reading

Genitori, insegnanti: i consigli di lettura per voi… con un pizzico di ironia!

in Spunti di lettura by

Guida semiseria per libri da mettere in valigia: pensati per gli adulti, ecco i nostri consigli di lettura per ritemprare mente e corpo!

Lo dichiariamo subito: l’intento è quello di offrire a genitori e/o insegnanti, spassosi consigli di lettura da ombrellone (o da picco di una montagna, o da sdraio nel giardino di casa!), in grado di sollazzare e, perché no, anche regalare qualche utile insegnamento, strizzando l’occhio a un po’ di sana ironia!

Iniziamo dunque la sfilata invitando sul nostro red carpet il grande successo letterario del 2020, ovvero il Quaderno di compiti delle vacanze per adulti, ben 150 esercizi passatempo che regalano fino a 120 ore di divertimento. Una sola regola da seguire: spegnere il cellulare e prendere una matita! Segnaliamo anche la nuova edizione, appena uscita!

Annoiarsi: che privilegio!

Tra lavoro e hobby, questo ultimo anno e mezzo, vissuto in clima pandemico, ha aumentato notevolmente il vostro rapporto con uno schermo (pc, laptop, cellulare)? È il momento di riappropriarvi del tempo e della mente, riguadagnandovi qualcosa di tremendamente sottovalutato: il diritto alla sana noia! Se la cosa vi stuzzica, dunque, tra i nostri consigli di lettura non può mancare il libro Come annoiarsi meglio!

Certo il lockdown non ha portato solo alla ricerca ossessiva dell’eterna connessione, ma anche un nervosismo persistente – ora in primo piano, ora di sfondo, ma pur sempre presente – per uno stato di incertezza collettivo e di punti interrogativi vari stampati nelle nostre teste. Ebbene sì, l’aria è stata elettrica più volte, dentro e (quando possibile) fuori casa!

Parola d’ordine: relax!

Dunque mettiamoci belli comodi, pennarelli alla mano, e godiamoci un po’ di sano, sereno e calmo relax, perché no colorando bellissimi disegni: la psicologia, infatti, ci conferma l’utilità del colorare per combattere lo stress.

Infatti, quando ci si concentra su un’ attività manuale – come appunto il colorare – la mente si alleggerisce da preoccupazioni e pensieri che continuamente ci tormentano!

E se colorare casette e gattini non fa per voi, ecco la soluzione:  il libro Sono allergico alla stupidità, mi fa salire il sarcasmo vi regala 35 pagine antistress, con frasi irriverenti da colorare per rilassarsi e mandare via lo stress!

Preferite una versione più “Girl power”? Eccovi Non c’è limite a ciò che noi Donne possiamo realizzare, il libro da colorare motivazionale dedicato alle donne!

Andiamo nel pratico!

Se al colorare o al risolvere rebus e giochi di abilità preferite libri più pratici, in grado di insegnarvi l’abc di un hobby che nasce da una vostra passione, la scelta allora è veramente ampia: dai manuali per principianti per imparare uno strumento musicale, a quelli per far proprie le frasi in inglese più utili per viaggiare all’estero, passando per il vademecum per diventare professionisti di uncinetto o, perché no, disegnatori di manga e anime, argomento, come abbiamo visto qui, molto amato anche dai ragazzi! C’è davvero solo l’imbarazzo della scelta!

E se adesso il dubbio vi assale perché la scelta su cosa leggere in vacanza è diventata assai ardua, potete sempre ricorrere al Libro delle risposte che stavi aspettando: saprà sicuramente sciogliere i vostri dubbi amletici!

Buona lettura!

Foto copertina by Chen Mizrach on Unsplash

L’apprendimento cooperativo e il ruolo dell’insegnante

in Approcci educativi by
Una guida operativa e qualche consiglio agli insegnanti per affrontare i problemi legati ai bisogni speciali 

Keep Reading

La scuola, la norma, e l’assunzione di responsabilità

in La Facile Felicità/Senza categoria by
“Dove ho esagerato? In cosa ho preteso troppo? L’ho messo in difficoltà?” Le domande che dovrebbero far nascere un “cosa devo fare per sentirmi meglio?”

Keep Reading

La guerra delle buone maniere e le sfide della crescita

in La Facile Felicità by
Bambini crescita
La vita frenetica, gli ostacoli, i successi, l’ironico racconto di Renato Palma sulla crescita dei bambini dal loro punto di vista

Keep Reading

4 modi per promuovere la lettura nei bambini

in Attività in classe by
lettura insegnante bambini
4 fasi per insegnanti e genitori che aiutano i bambini a sviluppare strategie per trasformare la lettura da compito a piacere

Keep Reading

Interland, il gioco educativo per navigare sicuri su internet

in Esperienze digitali by
internet gioco bambini
Google nel suo progetto “Be internet awesome program” aiuta i bambini a riconoscere le minacce più comuni mentre si naviga su internet

Keep Reading

13 ragioni per guardare Tredici

in Tavola Rotonda by
Uno sguardo lucido e profondo sul mondo del bullismo e delle violenze tra i ragazzi a scuola, senza veli e senza moralismi. Una serie originale Netflix da non perdere per genitori, figli e insegnanti

Keep Reading

Rubriche

Go to Top